Dégradé Conspiracy

DegradeConspiracy-58

Oggi ragazzi volevamo parlarvi di un nuovo brand , che a nostro avviso è uno dei più particolari in circolazioni con grandi idee e con delle grafiche uniche nel loro genere , stiamo parlando del brand Dégradé Conspiracy  e siamo lieti di presentarvelo tramite un’intervista rilasciata in esclusiva a noi di Shooter. Vi auguriamo una buona lettura.


Come e quando nasce il vostro brand ? Vi siete ispirati a qualcosa o a qualcuno in particolare ?  Dégradé Conspiracy nasce come un brand di abbigliamento streetwear, oversize e longsize che vuole portare alla luce ciò che non funziona nella società attuale.
Il progetto nasce dalla creatività di Riccardo Rosa, fin da adolescente appassionato
di fashion e sneaker, che nell’autunno scorso decide di dedicarsi a tempo pieno alla
creazione di questo brand, non che suo piccolo sogno nascosto nel cassetto.
Dégradé non ha solo l’intento di vestire un pubblico proveniente da diverse subculture
underground, ma vuole dare soprattutto voce alla voglia di rivalsa e di ribellione dei
giovani nei confronti di una società in continuo degrado sociale, culturale e morale.
Il brand a livello creativo si ispira soprattutto al decadentismo europeo di inizio ‘900,
dove l’avvento di nuove tecnologie e un periodo prospero come quello che ci viene
presentato durante la “belle epoque”, veniva visto di malo gusto dai poeti maledetti,
che intravedevano prima di tutti i rischi e le guerre che si prospettavano all’orizzonte.
Così, come oggi, l’avvento dei nuovi media e di nuove tecnologie, ha portato una
profonda crisi sociale e una totale mancanza di tradizioni e valori.


Cosa significa il vostro nome e da dove deriva ?  Il nome rispecchia due tematiche fondamentali per il brand; dall’inglese degrade
vuol dire degrado, e quindi la tematica del decadimento e della necessità di un
cambiamento, dal francese invece dégradé significa sfumatura, come i giochi di colori
presenti sulle grafiche delle nostre tee e felpe, che sfumano dal caos del colore pieno
all’ordine e la pulizia del bianco. Così come per la tematica delle sfumature di colore,
così anche la tematica sociale è sempre rappresentata sui prodotti con un claim, una
frase molto impattiva e incisiva che faccia rifletter. Per la prima capsule si tratta di
“Work Is Prostitution”.


Da dove nascono le vostre grafiche e quali sono le vostre linee guida per creare le vostre creazioni?  Prima cosa fondamentale che ci teniamo sempre a dire è che il nostro prodotto è 100% Made in Italy, prodotto, stampato e confezionato  nelle zone comasche,
bergamasche e bresciane. Il fit è particolare, oversize e longsize il giusto, pensato
per poter esser indossato da uomini e donne. Le maniche della felpa risultano essere
leggermente più lunghe del normale, invece per quanto riguarda la maglietta abbiamo
pensato ad una manica 3/4 con un sistema simile a quello delle camice per poterle
risvoltare o accorciare (bottoni e fasciette per fermare la manica a metà).
Dal punto di vista grafico, i capi riprendono i canoni della grafica svizzera molto
apprezzata da Riccardo , avendo studiato grafica e comunicazione, quindi velati
giochi di colori e sfumatura, mischiati alla rigidità di forme geometriche come
triangoli e quadrati, con la presenza di una frase rappresentativa della tematica della
collezione, esclusivamente in carattere Helvetica.
Parte della collezione invece è stata pensata per chi predilige il minimalismo e calori
neutri, quindi tee e felpe con scritta e logo del brand in bianco o nero.


State lavorando a qualche collezione futura? Avete qualche anticipazioni da darci?   Se ad ispirare la prima capsule collection è un attualissino e provocatorio aforisma
del poeta simbolista Charles Baudelaire, WORK IS PROSTITUTION, possiamo
anticiparvi che la seconda collezione porterà alla luce un’altra tematica sociale, che
non possiamo ancora svelarvi, ma sicuramente il mood del brand non verrà intaccato
quindi cercheremo sempre di proporre una linea minimal e neutra, ad una leggermente
più street e aggressive sia nei colori che nelle grafiche. Fondamentale per capire come
correggere il tiro nella seconda collezione saranno le vendite e le opinioni inerenti alla
prima Capsule.


Quali sono i vostri obbiettivi futuri ?   L’obiettivo fondamentale per qualsiasi brand è quello di farsi conoscere e di avere un buon ritorno dalle vendite in modo da riuscire ad autofinanziarsi, e sarebbe stupido se non fosse un nostro obbiettivo. Quello che però posso dirvi è che fondamentale per Dégradé Conspiracy sarebbe il fatto che le persone che lo comprano, che lo indossano o che anche soltanto ne rimangano incuriositi, possano veramente trarre ispirazione dalla nostra filosofia e dalla nostra voglia che in Italia qualcosa cambi,in modo tale che si possano mettere in gioco loro stessi in primis per attuare uncambiamento e cercare di migliorare la società in cui viviamo.
A lungo termine c’è sicuramente, come obbiettivo, quello di riuscire ad organizzare
eventi, incontri con tematiche sociali, artistiche e culturali, che possano portare le
persone a confrontarsi e arricchirsi cercando di costruire un futuro migliore.


Come ha risposto la vostra città a questo progetto ?   Lecco, la città in cui nasce Dégradé Conspiracy, è una città in sè abbastanza arretrata
dal punto di vista della moda, dove solitamente si tende a guardare un po con
disprezzo i giovani, le loro esigenze e il loro modo di vestirsi e di divertirsi.
Ultimamente grazie molto probabilmente all’exploit dei social, dell’avvento dei fashion
blogger posso dirvi che anche la street culture è approdata nelle vie del centro e sta
riscuotendo particolare successo.
In particolare modo ho avuto la fortuna di essere affiancato e supportato in questo
progetto al 100% da Urbansuperstorelecco (in insta: @urbansuperstorelecco) che
nella figura di Marco Amato, ha creduto in me e nelle potenzialità di Dégradé dandomi
uno spazio all’interno del negozio, dalle forti contaminazioni street e fashion tipici
dei negoziette nordici. Da questa partnership è nata una bella amicizia e una vera
collaborazione per cercare di far crescere questa cultura anche a Lecco.
In conclusione possiamo dire che grazie ad amici e nuove persone passate in negozio
abbiamo avuto un buon inizio e un’ottima risposta, che molto probabilmente sfocerà
in un piccolo evento durante il mese di Dicembre.
Inoltre invitiamo tutti a seguirci sui social e online al nostro website per l’uscita della
prima parte della collezione a fine ottobre e del secondo drop a fine novembre.


Avete in mente qualche collaborazione con Brand emergenti o artisti ?   Vedremo è certamente un obbiettivo futuro quello di realizzare collaborazioni con
brand emergenti anche di altri settori come quello dell’accessorio, ma perchè no
anche collaborazioni con artisti che rispecchiano la nostra filosofia e la nostra visione
della società attuale. In parte il nostro sogno è proprio quello di creare una conspiracy,
una family che racchiuda persone e attività di qualsiasi genere ma che abbiano voglia
di mettersi in gioco per essere i padroni del proprio futuro .


Ringraziamo i ragazzi di Dégradé per questa intervista in esclusiva specialmente Riccardo Rosa e volevamo precisare che questi ragazzi oltre ad avere idee pazzesche sotto il punto di vista dello Streetwear , stanno unendo a queste loro idee  una  vera e propria passione per l’arte, non una cosa da tutti i giorni quindi vi invitiamo a sostenerli sui social andando a seguire la loro pagina Instagram , ricordandovi che stiamo sempre parlando di un brand Made in Italy.

https://www.instagram.com/degradeconspiracy/ DegradeConspiracy-23DegradeConspiracy-27

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...